Ricorda che il silenzio è, a volte, la migliore risposta.

Prossimi eventi

Ultima uscita

Camminata per la Mente Camminata per la Mente Camminata per la Mente Camminata per la Mente Camminata per la Mente Camminata per la Mente Camminata per la Mente Camminata per la Mente Camminata per la Mente Camminata per la Mente

Spazio riservato per
la promozione

del tuo prodotto,
della tua azienda

o del tuo servizio.

Contattaci.

Tra ironia e serietà

Gruppo istruttori: da sinistra Fabrizio Ladino, Tiziana Crivelotto, Barbara Bergamin e Michele Gentile
Scuola Italiana Nordic Walking
A Feltre
Gruppo istruttori

Quand'è troppo caldo per fare esercizio all'esterno?La Badwater Ultramarathon si corre ogni anno nel calore estremo del Death Valley National Park, ed è una delle corse più estenuanti al mondo. (Foto: David McNew / Getty Images)

Guerrieri del fine settimana, ascoltate: a volte, anche se volete stare in quella corsa di allenamento per la maratona, è semplicemente troppo caldo per avventurarsi fuori.

Il limite nella colonnina di mercurio che non ti conviene superare per la tua sicurezza, però, varia. "Dipende molto dal periodo dell'anno, da quanto sei acclimatato alla temperatura o all'umiltà e dalla tua personale tolleranza", ha detto William Roberts MD, medico di famiglia dell'Università del Minnesota (con una specializzazione in medicina dello sport) a weather.com.


Dipende anche "se sai come rallentare e comunque continuare a fare esercizio [al caldo]", ha aggiunto. Perciò, più spesso sudi quando l'aria è semi-soffocante, più è probabile che sarai in grado di esercitarti in modo sicuro all'esterno quando fa veramente caldo.


Come dice il saggio: «alcune persone vanno naturalmente meglio nel caldo di altre». Quindi se nessuna quantità di allenamento ti rende divertente il caldo, quella è la chiave per capire che nei giorni di super-caldo l'esercizio al coperto potrebbe andare meglio.


E cosa è "troppo caldo"? Il Dr. Roberts dice - proprio come hai sempre sentito - che non dipende dal caldo, ma dall'umidità. Il punto di rugiada, o la temperatura alla quale l'aria è satura di vapore acqueo, è una buona misura da controllare.


"Per gli esercizi informali, se il punto di rugiada è oltre i 21°C, e ancora di più se è sui 26/27°C, potrebbe essere un buon giorno per stare dentro e allenarsi in un luogo con aria condizionata", ha detto. "Non sarebbe un buon momento per fare un allenamento ad alta intensità o per un lungo periodo". Al contrario prendi il caldo come un motivo per rallentare, saltando gli allenamenti lunghi o duri a favore di attività più leggere.


Nel suo ruolo di direttore medico della «Twin Cities Marathon», il dottor Roberts ha imparato che ci sono delle temperature iniziali con le quali la gara proprio non può andare avanti: di solito circa 27/28°C gradi. Se è così caldo all'inizio di una grande maratona, i partecipanti sono a rischio e anche la gara potrebbe intasare i pronto soccorso di tutta la città, limitando la disponibilità medica per gli altri residenti, ha spiegato.


Per quanto riguarda il sapere quando ti stai spingendo troppo lontano, tieni d'occhio i sintomi del colpo di calore, come nausea, mal di testa o sensazione di stordimento. Alcuni esercizi potrebbero far venire la pelle d'oca o i brividi e iniziare a farti "sentire un po' strano", ha detto il dottor Roberts. Questo è un segno che è il momento di rallentare e dirigerti verso casa, fermandoti presto a riposare all'aria condizionata, se puoi.


"Ascolta il tuo corpo, rallenta e trova qualche posto per rinfrescarti" ha detto. "E' davvero difficile capire a volte quando ti stai surriscaldando", ha avvertito, quindi procedi con cautela. (E va da sé, bevi molta acqua prima e dopo l'esercizio. Se ti sei esercitato intensamente o per un lungo periodo di tempo, anche le bevande sportive possono aiutare).


"Se le persone si ricordano quel vecchio detto, 'Non è il caldo, è l'umidità', e pensano due volte a quello che stanno facendo - non spingere troppo, rimanere ragionevolmente idratati ed essere disposti a fermarsi - non avranno troppi guai", ha detto il dottor Roberts.

 

 

 


Fonte: Annie Hauser in The Weather Channel (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non dipende da, nè impegna l'Associazione Freewalker Team asd. I siti terzi raggiungibili da eventuali links contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.