Dieta ed esercizio fisico durante la gravidanza: i benefici nascosti

Potrebbe non essere evidente sulla bilancia, ma una sana alimentazione e una maggiore attività fisica (con il cammino) durante la gravidanza sono associate direttamente ad una serie di migliori esiti alla nascita, secondo i ricercatori della University of Adelaide.


I risultati del più grande studio al mondo nel suo genere - che offre un'alimentazione sana e consigli sull'esercizio alle donne incinte che sono in sovrappeso o obese - sono stati pubblicati ieri in due articoli sulla rivista BMC Medicine.


"Anche se ci si sarebbe potuti aspettare che un'alimentazione più sana e una maggiore attività fisica durante la gravidanza siano associate a differenze nell'aumento di peso, i nostri risultati evidenziano che l'aumento di peso in gravidanza non è l'indice ideale di una gravidanza in salute", dice la responsabile dello studio, prof.ssa Jodie Dodd, della Università di Adelaide e del «Women's and Children's Hospital».


"È importante sottolineare, tuttavia, che questi cambiamenti nella dieta e nell'attività fisica erano direttamente associati a miglioramenti significativi nei esiti per i bambini. Le donne che hanno ricevuto consigli dietetici e di stile di vita hanno aumentato il numero di porzioni giornaliere di frutta e verdura, riducendo la percentuale di energia nella loro dieta derivata da grassi saturi. Le donne sono anche riuscite ad aumentare l'attività fisica, con circa 15-20 minuti di camminata veloce per la maggior parte dei giorni della settimana", dice la Dodd.


Altri studi avevano già riferito una significativa riduzione del numero di bambini nati con peso superiore a 4kg da donne che avevano ricevuto consigli sulla dieta e sullo stile di vita durante la gravidanza. I ricercatori possono ora segnalare una serie di altri vantaggi per questi bambini, tra cui una ridotta possibilità di sindrome moderata/grave da stress respiratorio e una minore durata della degenza in ospedale.


"Circa il 50% delle donne sono in sovrappeso o obese durante la gravidanza. Prima di questo studio c'erano poche prove sui benefici complessivi degli interventi dietetici e di stile di vita in questo gruppo di donne", dice il coautore dottor Rosalie Grivell del Robinson Research Institute dell'Università. "La nostra speranza è che, seguendo alcuni consigli semplici, pratici e realizzabili di stile di vita, le donne incinte possano migliorare la loro salute e gli esiti per i loro bambini. Vorremmo, ovviamente, consigliare di adottare questi cambiamenti di stile di vita prima possibile, prima di diventare incinte".

 

****
Questo studio è stato finanziato dal National Health and Medical Research Council.

 

 

 

 

 


Fonte: University of Adelaide (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: Jodie M Dodd, Cecelia O’Brien, Rosalie M Grivell. Preventing pre-eclampsia – are dietary factors the key?BMC Medicine, 2014; 12 (1) DOI: 10.1186/s12916-014-0176-4

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non dipende da, nè impegna l'Associazione Freewalker Team asd. I siti terzi raggiungibili da eventuali links contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

 

 

Joomla Extensions