Dopo il cancro alla prostata, iniziare a camminare

Camminare ad un passo leggero per circa tre ore alla settimana può essere un'attività fisica sufficiente ad aiutare i sopravvissuti al cancro alla prostata a ridurre gli effetti collaterali dannosi del loro trattamento, secondo un nuovo studio della Northwestern University.

 


"Un cammino non vigoroso per 3 ore alla settimana sembra migliorare la stanchezza, la depressione e i problemi di peso del corpo che colpiscono molti uomini dopo il trattamento", ha dichiarato Siobhan Phillips, autrice principale dello studio. "Anche se si cammina più svelti, ma per soli 90 minuti alla settimana, si potrebbero vedere benefici simili in queste aree".


La Phillips è kinesiologa e assistente professoressa del dipartimento di medicina preventiva alla Feinberg School of Medicine della Northwestern University. Il documento è stato pubblicato il 16 aprile 2015 sul Journal of Cancer Survivorship: Research and Practice.


Questa è una delle prime ricerche a studiare come diverse intensità e tipi di attività fisica influenzino la qualità di vita connessa alla salute degli uomini dopo il trattamento per un cancro alla prostata.


"Questo studio dimostra che non c'è bisogno di impegnarsi in attività intense di alto impatto, per migliorare la qualità di vita dopo una diagnosi di cancro alla prostata", ha detto la Phillips. "Dal momento che molti sopravvissuti al cancro alla prostata potrebbero trovare difficile aderire ad un'attività vigorosa, la buona notizia è che concentrarsi semplicemente su un maggiore cammino può essere sufficiente per sentirsi meglio".


La Phillips ha usato i dati provenienti dall'Health Professionals Follow-up Study, che include i dati auto-riferiti dal 1986 da 51.529 uomini di professioni sanitarie e ha sede alla Harvard T.H. Chan School of Public Health. Si è concentrata sui sopravvissuti al cancro alla prostata che hanno avuto la diagnosi di malattia non avanzata prima del 2008 e hanno risposto a un questionario sulla qualità di vita legata alla salute (Health-Related Quality Of Life - HRQOL).


I sintomi più comuni di HRQOL includono problemi urinari e intestinali, inconvenienti con la funzione sessuale, stanchezza, depressione, aumento di peso corporeo e disfunzione erettile.


Gli uomini hanno riferito il tempo medio passato nel corso di una settimana a camminare al lavoro o per fare esercizio, così come il tempo di jogging, corsa, ciclismo, nuoto e sport. Essi hanno inoltre riferito la loro andatura abituale all'esterno come facile, media, veloce o molto vivace.


Dopo il controllo dell'attività fisicala pre-diagnosi e del tempo sedentario, i risultati indicano che una maggiore durata complessiva di attività non vigorosa e di cammino (soprattutto cammino a ritmo sostenuto) sono associati a un migliore funzionamento ormonale/vitalità (che interessa la stanchezza, la depressione e il peso corporeo), ma non con il funzionamento intestinale, urinario, o sessuale.


Coloro che sono in grado di camminare dovrebbero essere incoraggiati ad avviare una routine semplice di cammino o a svolgere altre attività non vigorose subito dopo una diagnosi di cancro alla prostata, ha detto la Phillips. I benefici potrebbero aiutare a gestire i sintomi come stanchezza, depressione e peso corporeo - e migliorare la salute generale.


"I sopravvissuti al cancro hanno un rischio maggiore di altre condizioni, come le malattie cardiovascolari", ha detto la Phillips. "Il cammino potenzialmente può aumentare la sopravvivenza e impattare la loro qualità di vita impedendo l'insorgenza di queste altre condizioni".

 

 

 

 

 


Fonte: Northwestern University via EurekAlert! (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: Siobhan M. Phillips, Meir J. Stampfer, June M. Chan, Edward L. Giovannucci, Stacey A. Kenfield. Physical activity, sedentary behavior, and health-related quality of life in prostate cancer survivors in the health professionals follow-up study. Journal of Cancer Survivorship, 2015; DOI: 10.1007/s11764-015-0426-2
Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non dipende da, nè impegna l'Associazione Freewalker Team asd. I siti terzi raggiungibili da eventuali links contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

 

 

Joomla Extensions