Ricordi positivi dell'esercizio fisico spronano l'impegno futuroEssere motivati a fare esercizio fisico può essere una sfida, ma una nuova ricerca della University of New Hampshire dimostra che semplicemente avere un ricordo positivo dell'esercizio potrebbe essere proprio quello che ci vuole per rifarlo.


Questo è il primo studio ad esaminare come i ricordi positivi possono influenzare gli allenamenti futuri.


"Questo studio sottolinea la forza dell'influenza diretta della memoria in un nuovo dominio con applicazioni pratiche: il comportamento di esercizio fisico. Questi risultati forniscono la prima evidenza sperimentale che l'attivazione della memoria autobiografica può essere uno strumento efficace nel motivare le persone ad adottare stili di vita più sani"
, hanno scritto in un recente articolo della rivista Memory i ricercatori Mathew Biondolillo, studente di dottorato in psicologia all'UNH, e David Pillemer, Professore «Dr. Samuel E. Paul» di Psicologia dell'Età Evolutiva alla UNH.


I ricercatori hanno esaminato gli effetti del ricordo di esperienze precedenti di esercizi sulle successive intenzioni e comportamenti di esercitazione di studenti universitari. I ricercatori hanno chiesto a circa 150 studenti di ricordare una esperienza positiva o negativa che potesse aumentare la loro motivazione a fare esercizio; altri studenti non sono stati invitati a riferire una memoria motivazionale (gruppo di controllo).


I ricercatori hanno poi esaminato gli studenti una settimana più tardi per vedere se hanno segnalato un aumento di esercizi. I ricercatori hanno scoperto che gli studenti che avevano avuto un ricordo positivo per l'esercizio riferivano livelli significativamente più alti di esercizio successivo rispetto a quelli che non erano stati invitati a citare un ricordo di esercizio.


I ricercatori hanno trovato che anche gli studenti che erano stati invitati a ricordare una memoria negativa di esercizio riferivano di essersi esercitati di più rispetto al gruppo di controllo, anche se meno rispetto al gruppo che ha aveva avuto un ricordo positivo dell'esercizio.


"Senza direttive esplicite o incoraggiamento, il nostro campione di studenti universitari, tra le innumerevoli distrazioni offerte dalla vita in una grande università pubblica, ha aumentato le attività di esercizio fisico auto-riferite rispetto ai livelli abituali", hanno detto i ricercatori.
"Dal punto di vista della salute pubblica, è di vitale importanza individuare i fattori che possono motivare gli individui ad impegnarsi in un regolare esercizio fisico".

 

 

 

 

 


Fonte: University of New Hampshire (>English version) - Traduzione di Franco Pellizzari.

Riferimenti: Mathew J. Biondolillo, David B. Pillemer. Using memories to motivate future behaviour: An experimental exercise intervention. Memory, 2014; 1 DOI: 10.1080/09658211.2014.889709

Copyright: Tutti i diritti di eventuali testi o marchi citati nell'articolo sono riservati ai rispettivi proprietari.

Liberatoria: Questo articolo non propone terapie o diete; per qualsiasi modifica della propria cura o regime alimentare si consiglia di rivolgersi a un medico o dietologo. Il contenuto non dipende da, nè impegna l'Associazione Freewalker Team asd. I siti terzi raggiungibili da eventuali links contenuti nell'articolo e/o dagli annunci pubblicitari sono completamente estranei all'Associazione, il loro accesso e uso è a discrezione dell'utente.

Nota: L'articolo potrebbe riferire risultati di ricerche mediche, psicologiche, scientifiche o sportive che riflettono lo stato delle conoscenze raggiunte fino alla data della loro pubblicazione.


 

 

 

Joomla Extensions